TZ Dreame - шаблон joomla Форекс
Inquinamento, animali e incidenti: la mappa dei Comuni italiani che dicono “no” ai botti di Capodanno

Inquinamento, animali e incidenti: la mappa dei Comuni italiani che dicono “no” ai botti di Capodanno

30th December 2015 // Portfolio

Da Milano a Reggio Calabria, da Torino a Messina: tutte le città in cui sarà vietato l’uso di petardi e mortaretti per la notte di San Silvestro.

 

Sono oltre 850 i Comuni italiani che, anche accogliendo la richiesta di molte associazioni animaliste, hanno chiesto ai propri cittadini di non usare o, almeno, di limitare l’uso di botti per accogliere il nuovo anno.

La decisione è stata presa per ridurre i rischi per le persone (ogni anno si contano decine di migliaia di feriti e mutilati), l’inquinamento, ma anche per evitare di terrorizzare animali domestici e non che a centinaia scappano di casa, rimangono traumatizzati o muoiono.

A Bologna l’uso di petardi sarà vietato dal 24 dicembre al 7 gennaio ed è prevista una maxi multa da 500 euro per chi verrà sorpreso a spararne. A Siena Il divieto vale solo per il centro storico, mentre a Firenze il sindaco Nardella ha suggerito di “limitarne l’uso”.

Tra le località turistiche spicca il divieto di utilizzo di botti per Cortina d’Ampezzo.

Niente petardi anche a Pescara, Chieti, Sassari, Reggio Calabria, Cosenza, Bari, Molfetta, Gravina in Puglia, Messina.

Da segnalare, infine, l’iniziativa del sindaco Andrea Manzi del Comune di Casamarciano, uno dei pochi della provincia di Napoli a mettere al bando i botti di fine anno: ha invitato la cittadinanza ad accogliere il 2016 facendo volare lanterne cinesi.

 

 

mappa botti

M.M.