TZ Dreame - шаблон joomla Форекс
Arriva il fratellino: le cose da fare e quelle da evitare

Arriva il fratellino: le cose da fare e quelle da evitare

29th March 2016 // Portfolio

La nascita di un fratellino per un bambino rappresenta sempre un piccolo trauma: abituato ad avere mamma e papà tutti per sé, improvvisamente si ritrova ad essere quasi spodestato dal nuovo arrivato. Ecco alcuni suggerimenti su come comportarsi per tentare di limitare gli “attacchi di gelosia”.

COSA FARE QUANDO STA PER ARRIVARE UN FRATELLINO?

  • Vivere l’”attesa” insieme al nostro bimbo (o ai nostri bimbi) più grande evitando, così, di metterlo direttamente davanti al fatto compiuto.
  • Comprare insieme a lui tutine, carrozzina e tutto il necessario per accoglierlo e, magari, coinvolgerlo nella scelta del nome.
  • Leggere insieme al nostro primogenito libri, fiabe che parlano di fratelli, sorelle, dell’arrivo in famiglia di un nuovo bimbo e di tutto ciò che comporta.
  • Nonostante i mille impegni, cerchiamo sempre di ritagliarci uno spazio da dedicare completamente al nostro bimbo “più grande”:  un’ora al parco o la lettura di una favola prima della nanna lo renderanno felice.
  • Coinvolgiamolo nell’accudimento del piccolo: dandogli piccoli incarichi lo faremo sentire un membro indispensabile delle famiglia.

 

fratellino in arrivo1217

 

COSA, INVECE, E’ MEGLIO NON FARE?

  • Non dite al bambino che è grande! Un bimbo di 2, 3, 4,.. anni non è grande! Lui non DEVE capire e accettare la nuova situazione; piuttosto, aiutiamolo e guidiamolo verso il suo nuovo “ruolo”.
  • Evitate i confronti (uno è più capriccioso, l’altro dormiva di meno o di più,…). Ogni bambino è un mondo a sé e svilupperà le proprie capacità e attitudini indipendentemente dalla guida di mamma e papà.
  • Non pensiamo che il nostro bimbo “più grande” sia improvvisamente diventato capriccioso. Alcuni bambini dopo la nascita di un fratellino subiscono una sorta di “regressione” (riprendono a fare la pipì a letto, non vogliono mangiare, piangono per poco o nulla); basta armarsi di tanta pazienza e comprendere che, nella maggior parte dei casi, si tratta di un problema passeggero.
  • Mai cercare di “comprare” il bambino più grande con giochi e regali: l’unica cosa di cui hanno bisogno i bambini è amore e attenzioni, anche se non sono ancora in grado di chiederlo.
  • E’ inutile negare che “nulla è cambiato”. Piuttosto, cercate di spiegare a vostro figlio che, è vero, il nuovo arrivato vi porta via molto tempo, ma che il vostro amore per lui non è cambiato e non cambierà mai e che il suo fratellino ben presto crescerà, diventerà autonomo e la situazione tornerà alla normalità.

M.M.